Patrizia Debicke Van der Noot

Scrittrice, critica letteraria

libri

Menestrello di Notre Dame

Parigi, 1717. Durante una “cena privata” del duca d’Orléans, Reggente di Francia, il Visconte de Jouet viene barbaramente assassinato. Chi l’ha ucciso ha lasciato accanto al cadavere un foglio con una filastrocca. Il foglio è firmato: Il Menestrello di Notre-Dame. L’ultima strofa della filastrocca recita “Pour notre jouissance nous avons cassé un jouet” (per divertimento abbiamo rotto un giocattolo). Jouet, è evidente, si riferisce al cognome del morto. L’Abbé Dubois, consigliere del Duca, chiede al conte François Jules de Beauvilliers di far luce sull’accaduto. Ma quell’omicidio è addirittura il terzo firmato dal Menestrello di Notre-Dame. Un giallo da manuale con un crudele assassino alla corte francese, un’ampia rosa di potenziali colpevoli e, per cominciare, tre misteriosi delitti da risolvere…