Patrizia Debicke Van der Noot

Scrittrice, critica letteraria

libri

Menestrello di Notre Dame

Pagine: 280
ISBN: 8825415931
Editore: Delos Digital

Parigi 1717. Durante una “cena privata” di Monseigneur Philippe duca d’Orleans, reggente di Francia per il re bambino Luigi XV, il Visconte de Jouet viene barbaramente assassinato. Chi l’’ha ucciso ha lasciato accanto al cadavere un foglio con una filastrocca. Il foglio è firmato, Il Menestrello di Notre dame. L’ultima strofa della filastrocca recita: Per nostro divertimento abbiamo rotto un giocattolo…

L’abbé Dubois, fedele consigliere di Monseigneur, chiede al conte François Jules de Beauvilliers, colonnello e aiutante di campo del maresciallo de Villars, maresciallo generale di Francia e presidente del consiglio di guerra, che era tra gli invitati, di far luce sull’accaduto. Beauvilliers gli spiegherà che quell’omicidio è addirittura il terzo firmato dal Menestrello di Notre Dame. Anche i precedenti erano accompagnati da minacciose filastrocche e, come per il visconte de Jouet, anche le altre due vittime erano amici del Reggente. La firma Menestrello di Notre Dame ha fatto sì che le indagini abbiano spaziato in lungo e in largo. Il lieutenant Gèneral de Police è arrivato anche a sentire con discrezione, il vicario di Parigi, il cardinale de Noailles, fedelissimo del piccolo re Luigi XV e del Reggente. Ma per Sua Eminenza il nome Menestrello di Notre Dame non offre indicazione. Certo che in Francia, con il giansenismo, la situazione religiosa è in bilico e a Roma si rema contro. I nomi delle due prime vittime potrebbero trovare richiami nella cattedrale… Per la prima vittima, il marchese Auguste Louis Lion e dunque “Lion”: a Notre Dame c’è la tomba di Riccardo Cuor di Leone, per la seconda, l’Abbè Marignol de l’Aigle: sarebbe “Aigle”. A Notre Dame c’è un’aquila di pietra troneggia fra le statue dell’antica facciata… “Jouet”, nome del visconte ucciso durante la cena del Reggente, potrebbe invece essere collegabile al modellino giocattolo che troneggia in sagrestia, ma le ipotesi possono essere anche diverse. Un modo spiccio per far carriera o fare il vuoto intorno a Monseigneur? Qualcuno vorrebe eliminare i sostenitori del Reggente Philippe d’Orleans? Oppure…?

Si sa che la Spagna, sotto la guida del cardinale Alberoni, appoggiato dalla regina, Elisabetta Farnese, scalpita con prepotenza e può contare su partigiani alla corte francese. Insomma che sarà questo Menestrello di Notre Dame? Per forza qualcuno con accesso a corte e che goda di protezione e appoggio? Un giallo quasi da manuale con un crudele serial killer alla corte francese del ‘700, un’ampia rosa di potenziali colpevoli e per cominciare tre misteriosi delitti da risolvere…
Orgiastici e splendidi festini di principi, purosangue intrepidi, aristocratici inglesi, duchesse seducenti e non, ambigui ambasciatori spagnoli, cardinali intrallazzatori e impiccioni, segretari molto particolari, valletti spioni e sfuggenti come anguille, servizi segreti coinvolti in congiure internazionali, appuntamenti e funambolesche fughe dalla cattedrale di Notre-Dame.

E poi senza un attimo di tregua: diabolici intrighi, tradimenti, veleno fatale, inseguimenti, imprevedibili agguati: troverete tutto questo pagina dopo pagina fino alla fine…
Tutto legato al Menestrello di Notre-Dame, un implacabile serial killer che, fra intrighi e tradimenti, opera e uccide a suo piacere nella corte francese… e va fermato a ogni costo.

Acquistalo su:


Delos Digital
Amazon